Febbraio

Cass. Pen. Sent. n. 4893 del 2.02.2015

Cass. Pen. Sent. n. 4893 del 2.02.2015 – GUIDA IN STATO DI EBREZZA, GIUSTO SOTTOPORRE ALL’ETILOMETRO ANCHE I CICLISTI – Il reato di guida in stato di ebrezza può essere commesso anche dai ciclisti. Si tratta di una più corretta interpretazione della norma già esistente, in quanto il numero di ruote del veicolo guidato ovvero la presenza di un motore, non hanno alcuna rilevanza.

Read More

Cass. Pen. Sez. V, sent. n. 5317 del 4.02.2015

Cass. Pen. Sez. V, sent. n. 5317 del 4.02.2015 – BANCAROTTA, è REATO SOLO LA VENDITA SOTTOCOSTO SISTEMATICA –  La vendita di merce sottocosto non fa scattare il reato di bancarotta per dissipazione se è funzionale alle esigenze dell’impresa. La Corte ha accolto il ricorso dell’amministratore di fatto e dell’amministratore unico di una società a responsabilità limitata, entrambi condannati per bancarotta fraudolenta patrimoniale.

Read More

Tribunale di Reggio Emilia – sezione fallimentare – sent. n. 150 del 18.12.2015

Tribunale di Reggio Emilia – sezione fallimentare – sent. n. 150 del 18.12.2015 – PUO’ ESSERE DICHIARATO IL FALLIMENTO DELLE SOCIETA’ IN HOUSE – Può essere dichiarato il fallimento delle società in house, ovvero quelle totalmente partecipate da enti pubblici, che non esercitano un servizio pubblico essenziale e che agiscono sul mercato con finalità di lucro atteggiandosi nei rapporti con i terzi come soggetti imprenditoriali. Ciò è emerso dalla sentenza con la quale il Tribunale di Reggio Emilia  ha dichiarato il fallimento di una società in house che aveva come scopo sociale la gestione del...

Read More

Cass. Pen. Sent. n. 5177 del 4.02.2015

Cass. Pen. Sent. n. 5177 del 4.02.2015 – C’E’ SPECIALITA’ TRA TRUFFA E INDEBITA COMPENSAZIONE – La Corte ha stabilito l’esistenza di un rapporto di specialità fra il reato di compensazione indebita, disciplinato dall’articolo 10 quater del D.Lgs. 74/200, e quello di truffa. Nella decisione viene richiamata la sentenza 35968/2009 la quale rileva l’esistenza di un rapporto di specialità tra la truffa e la compensazione illecita, <<individuando l’elemento specializzante nella esatta individuazione della natura dell’artificio, consistente nella compensazione mediante crediti inesistenti o...

Read More

Cass. Pen. Sez. III, sent. n. 3951 del 28.01.2015

Cass. Pen. Sez. III, sent. n. 3951 del 28.01.2015 – UNA VECCHIA AUTO PUO’ ESSERE RIFIUTO PERICOLOSO? – Un veicolo non può essere classificato come rifiuto pericoloso tout court, ma soltanto se è fuori uso o se contiene liquidi o altre componenti pericolose.

Read More

Cass. Civ. Sez. I, sent. n. 1725 del 29.01.2015

Cass. Civ. Sez. I, sent. n. 1725 del 29.01.2015 –  DA SEGNALARE I CREDITI VERSO INSOLVENTI – Nelle categorie di rischio creditizio che comportano segnalazione alla Centrale rischi rientra la “sofferenza” in cui rientra l’intera esposizione per cassa verso soggetti in stato d’insolvenza (anche non accertato in giudizio o in casi in sostanza equiparabili)indipendentemente da eventuali previsioni di perdita formulate dalle aziende. Ciò implica che l’istituto segnalante valuti la complessiva situazione finanziaria del cliente senza decidere automaticamente in base a un mero ritardo...

Read More

Cass. Civ. Sez. III, sent. n. 1144 del 22.01.2015

Cass. Civ. Sez. III, sent. n. 1144 del 22.01.2015 –  POSSIBILE LA REVOCATORIA DEL TRASFERIMENTO DI UN BENE AI FIGLI –  Il trasferimento di un bene immobile a favore dei figli, eseguito dal padre in esecuzione degli accordi di separazione consensuale omologati, è soggetto all’azione revocatoria ex art. 2901 C.C., se il disponente si trovava già in stato di insolvenza al momento della sottoscrizione dell’accordo di separazione consensuale.

Read More

Cass. Civ. sent. n. 1674 del 3.03.2015

Cass. Civ. sent. n. 1674 del 3.03.2015 –  LA SOLIDARIETA’ SCATTA SEMPRE PER I DANNI DA FATTO ILLECITO – Tutti i condòmini sono responsabili dei danni provocati all’immobile del piano terra per le infiltrazioni d’acqua provenienti da una proprietà comune. La Cassazione accoglie il ricorso di un condomino, proprietario di un magazzino nello scantinato, che contestava il verdetto con il quale i giudici di merito avevano ripartito i danni al 50% tra lui e gli altri condomini. La Corte ha stabilito, che se il fatto dannoso è imputabile a più persone, tutte sono obbligate, in solido, al...

Read More

Cass. Civ. SS.UU., sent. N. 4909 del 2.02.2015

Cass. Civ. SS.UU., sent. N. 4909 del 2.02.2015 – L’IMPEGNO IN CONTEMPORANEA DEL DIFENSORE E’ LEGITTIMO IMPEDIMENTO  – L’impegno a del difensore in un altro procedimento deve essere considerato un legittimo impedimento. Ma il conseguente diritto ad ottenere il congelamento della prescrizione, solo per un massimo di 60 giorni , è condizionato. Infatti il legale, per vedersi legittimamente riconosciuta l’assoluta impossibilità a comparire, deve informare il giudice del suo impedimento non appena viene a conoscenza della concomitanza degli impegni e  indicare, in modo dettagliato, le...

Read More

Cass. Civ. Sez. II, sent. n. 26051 del 10.12.2014

Cass. Civ. Sez. II, sent. n. 26051 del 10.12.2014 – VENDITA DA PARTE DI UNO DEI COEREDI DI BENE COMPRESO NELLA MASSA EREDITARIA – Nel caso di vendita da parte di uno dei coeredi di bene ereditario che costituisce l’intera massa, l’effetto traslativo dell’alienazione non resta subordinato all’assegnazione in sede di divisione della quota all’erede alienante, dal momento che costui è proprietario esclusivo della frazione ideale di cui può liberamente  disporre, sicchè il compratore subentra, pro quota, nella comproprietà del bene comune.

Read More