Novembre

Cass. Pen., SS.UU., sentenza n. 47999 del 20.11.2014

Cass. Pen., SS.UU., sentenza n. 47999 del 20.11.2014: sequestro conservativo: sull’ordinanza di revoca no al ricorso in Cassazione della parte civile. La parte civile non può ricorrere in Cassazione contro il provvedimento con il quale, in sede di riesame, viene revocata l’ordinanza del sequestro conservativo disposto in suo favore.

Read More

Cass. Civ., sez. Lavoro, sentenza n. 24728 del 20.11.2014

Cass. Civ., sez. Lavoro, sentenza n. 24728 del 20.11.2014: ingiustificato il licenziamento senza preavviso per il dipendente arrestato per corruzione. La Corte si è pronunciata in tema di licenziamento, senza preavviso di un dipendente di un ente pubblico arrestato in flagranza di reato per il delitto di corruzione e destinatario di un provvedimento di custodia cautelare in carcere. La Corte ha stabilito, nel regolare il rapporto tra procedimento penale e quello disciplinare, che l’estinzione del rapporto di lavoro o di impiego segue di diritto soltanto alla sentenza di condanna alla...

Read More

Cass. Civ., sez. II, sentenza n. 24707 del 20.11.2014

Cass. Civ., sez. II, sentenza n. 24707 del 20.11.2014: sì ai bed e breakfast nei condomini; non cambia la destinazione d’uso. La Corte sdogana i B&B negli appartamenti. Un fenomeno in enorme crescita nelle città d’arte che sovente incontra la resistenza degli altri inquilini dello stabile. La Corte ha rigettato il ricorso di un condomino di via Tacito nel centrale quartiere Prati di Roma chiarendo che l’attività di affittacamere è legittima in quanto non stravolge la destinazione a civile abitazione dei locali, che al contrario ne è il...

Read More

Cass. Pen., sez. V., sentenza n. 48347 del 20.11.2014

Cass. Pen., sez. V., sentenza n. 48347 del 20.11.2014: niente bancarotta per chi versa in nero se ignora il pregiudizio per i creditori. L’amministratore che ometta di annotare in contabilità il pagamento della somma ricevuta in nero e averla sottratta, così, al soddisfacimento delle obbligazioni sociali è responsabile per i reati di bancarotta fraudolenta per distrazione e documentale. Stesso discorso, invece, non può essere fatto nei confronti del soggetto alla casse sociali e non sarebbe stato annotato nelle scritture contabili, ma senza sapere gli effetti negativi a carico dei...

Read More

Cass. Civ., SS.UU., sentenza n. 19888 del 22.09.2014

Cass. Civ., SS.UU., sentenza n. 19888 del 22.09.2014. La quietanza tipica, essendo indirizzata al solvens, fa piena prova dell’avvenuto pagamento, sicchè il quietanzante non è ammesso alla prova contraria per testi, salvo dimostri, in applicazione analogica dell’art. 2732 c.c., che il rilascio della quietanza è avvenuto per errore di fatto o per violenza. La quietanza atipica contenuta nella dichiarazione di vendita di autoveicolo ex art. 13 del r.d. 1814/1927, invece, essendo indirizzata al conservatore del pubblico registro automobilistico affinchè non iscriva il privilegio legale per il...

Read More

Cass. Pen., sez. V, sentenza n. 46510/2014

Cass. Pen., sez. V, sentenza n. 46510/2014: la prova dello stalking può desumersi dalle dichiarazioni della vittima se risulta credibile. In tema di atti persecutori, la prova dell’evento del delitto in riferimento alla causazione nella persona offesa di un grave e perdurante stato di ansia o di paura deve essere ancorata ad elementi sintomatici di tale turbamento psicologico ricavabili dalle dichiarazioni della stessa vittima del reato, dai suoi comportamenti conseguenti alla condotta posta in essere dall’agente ed anche da quest’ultima, considerando tanto la sua astratta idoneità a causare...

Read More

Cass. Civ., sez. VI, ordinanza n. 24367 del 17.11.2014

Cass. Civ., sez. VI, ordinanza n. 24367 del 17.11.2014: il precetto non opposto non garantisce la parcella del legale. Nell’ambito di un pignoramento presso terzi, il giudice dell’esecuzione può eliminare o ridurre voci della nota spese presentata dall’avvocato anche in assenza di contestazioni da parte del debitore. Lo ha stabilito la Corte respingendo il ricorso di un legale e ribadendo il generale potere di verifica del magistrato. Nel ricorso l’avvocato aveva contestato la legittimità dell’eliminazione di alcune voci di spesa indicate nel precetto, sostenendo che, in mancanza di...

Read More

Cass. Civ., sentenza n. 24268 del 14.11.2014

Cass. Civ., sentenza n. 24268 del 14.11.2014: il rito Fornero non va sospeso se c’è il penale. Il processo civile finalizzato a ottenere il licenziamento individuale non deve essere sospeso in caso di pendenza di un processo penale. L’unica eccezione alla regola riguarda l’ipotesi in cui l’azione civile sia stata proposta dopo la costituzione di parte civile nella causa penale. La Corte ha annullato l’ordinanza di sospensione con la quale il Tribunale aveva stoppato un giudizio proposto da tre dipendenti di una cooperativa, che puntavano a far annullare il loro licenziamento perché privo del...

Read More

Tar Campania, sez. VIII, sentenza n. 5597/2014

Tar Campania, sez. VIII, sentenza n. 5597/2014: bocciati, e senza tante storie. È sufficiente il solo voto numerico per bocciare agli scritti l’aspirante avvocato. E ciò anche se c’è stata una correzione sprint degli elaborati. Quando la valutazione del candidato non è prossima alla sufficienza, infatti, la commissione non deve dare altre spiegazioni. Senza dimenticare che gli esaminatori hanno tutte le competenze necessarie per giudicare anche rapidamente gli elaborati di chi si presenta all’esame di Stato.

Read More

Cass. Civ., sez. III, sentenza n. 23164 del 31.10.2014

Cass. Civ., sez. III, sentenza n. 23164 del 31.10.2014: privilegio ipotecario esteso agli interessi di qualunque natura. Ai sensi dell’art. 2855 c.c., sono assistiti dal privilegio ipotecario pure gli interessi di qualunque natura e cioè, non rilevando se qualificabili come corrispettivi o moratori, e al tasso legale via via vigente, maturati successivamente all’annata in corso al momento del pignoramento.

Read More